Associazione culturale

Amici

Must – Museo Storico della città di Lecce

 

Must Museo storico della città di Lecce

Un tempo antico monastero di Santa Chiara, il bellissimo complesso monumentale che ospita il MUST, si trova nel cuore del centro storico, adiacente alla chiesa di Santa Chiara e all’antico Teatro Romano. Probabilmente, l’ex monastero fu fondato nel 1410 dal frate Tommaso Ammirato, religioso dell’Ordine dei Padri Conventuali di S.Francesco, vescovo della città di Lecce dal 1429 al 1438. Secondo un’altra ipotesi, invece, la fondazione si deve al facoltoso Antonio di Giovanni De Ferraris che destinò per il monastero delle Clarisse alcuni immobili e tutti i suoi beni mobili.

Dalle poche testimonianze cartacee esistenti, si evince che le celle erano venti e che esistevano tre dormitori, un refettorio e una dispensa. Nel corso dei secoli il monastero ha subito massicci interventi di ristrutturazione e pare che le ultime clarisse vi siano rimaste fino al 1866. Adibito in tempi più recenti ad ufficio dell’Intendenza delle Finanze, oggi l’edificio si apre al pubblico con delle sale espositive di rara bellezza, in cui la luce bianca della calce si fonde alle atmosfere dorate della pietra leccese.

All’ingresso, un’ampia sala archi voltata stupisce il visitatore con la sua imponenza, e lo avvolge nei raggi luminosi provenienti dai cortili interni. Il meticoloso restauro ha valorizzato gli elementi architettonici già raffinati, nelle architravi delle finestre come nelle cornici dei chiostri esterni.

Una riapertura che ha regalato alla città di Lecce un importante centro di aggregazione culturale, in cui far convergere lo spessore storico della città con la sua vivacità attuale. Il MUST sarà infatti Museo Storico della Città di Lecce nelle sale del primo piano, con delle sezioni dedicate a reperti e testimonianze di varie epoche della storia di Lecce, dall’Età Messapica e Romana, fino al Cinquecento e al Novecento.

All’interno del MUST sono disponibili i servizi di:

  • Infopoint
  • Bookshop
  • Caffetteria
  • Prenotazione guide turistiche
  • Noleggio bici
  • Bicincittà

Ticket d’ingresso

  • 3 euro intero
  • 2 euro ridotto (studenti, over 65 e gruppi con più di 10 persone)

Orari di apertura
Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00.
Giorno di chiusura: lunedì (chiuso anche il 25 dicembre e il 1° gennaio).

Info
Indirizzo: Ex monastero di Santa Chiara – Via degli Ammirati, 11
(Visualizza la posizione su GMaps)
Tel: 0832.682988
Mob: 380.1780693
Sito web: www.mustlecce.it
Email: info@mustlecce.it

 

Leda – Laboratori educativi e didattici per l’Arte

Leda | Laboratori educativi e didattici per l'Arte

L’associazione LedA – Laboratori educativi e didattici per l’Arte – dal 2010 – promuove e diffonde la conoscenza dell’arte e della cultura contemporanea all’interno e all’esterno di musei, istituzioni pubbliche e private, biblioteche. Dal 2012 cura la progettazione didattica del MUST- Museo Storico Città di Lecce.

Il principio ispiratore delle attività è quello di “Educare all’arte con l’arte” e si esprime con modalità finalizzate a rendere protagonista lo spettatore, così che l’incontro con l’arte, dentro e fuori dal Museo, traduca la conoscenza in autentica esperienza di vita.

Lo spazio del laboratorio è concepito come palestra di educazione estetica e della creatività, laboratorio dove si fondono diverse discipline, e dove l’interazione con il mondo dell’arte, in contesti di apprendimento stimolanti, alimenta il pensiero creativo che fa nascere, così, occasioni per esperienze nel segno della trasversalità, per nuovi sguardi su tutto ciò che ci circonda.

Le numerose attività proposte si fondano sulla dimensione pedagogica che incontra quella estetica, si ispirano ai principi del Lifelong learning (apprendimento permanente) e vengono elaborate e sviluppate a partire dal confronto diretto del pubblico con i libri d’arte e gli albi illustrati. LedA, infatti, condivide con i fruitori una nutrita collezione di libri, specializzata in editoria nazionale per ragazzi, che pian piano viene incrementata da un’accurata selezione e che, all’occorrenza, diventa itinerante, trasportata nella Bibliocicletta. Le storie di segni, forme, colore diventano occasione di incontro per progettare laboratori, narrazioni ma anche di confronto per genitori ed educatori, tant’è che i laboratori LedA sono stati inseriti nelle reti nazionali di Nati per Leggere e In Vitro.

Associazione LedA – Laboratori educativi e didattici per l’Arte
c/o Must Museo Storico Città di Lecce, via degli Ammirati, 11 Lecce

Tel: 393.8438170
Email:  info@ledalaboratori.it
Sito web:  ledalaboratori.it
Facebook: facebook.com/leda.laboratori
Twitter: @DMuseomust

 

 

Istituto per Ciechi Anna Antonacci

Istituto per Ciechi Anna Antonacci

La scuola per ciechi “Anna Antonacci” favorisce la piena attuazione dei diritti umani, civili e sociali dei ciechi, la loro equiparazione sociale e l’integrazione in ogni ambito della vita civile, con particolare riferimento all’integrazione scolastica, alla formazione culturale, all’istruzione professionale, al collocamento lavorativo, all’assistenza rivolta ai pluriminorati, agli anziani ed a quelli in situazione di particolare emarginazione sociale, all’attività ricreativa e fisico sportiva.

La scuola Anna Antonacci di Lecce attua un servizio di consulenza tiflopedagogica a supporto dell’integrazione sociale ed educativa dei minori non vedenti e ipovedenti frequentanti le comuni istituzioni scolastiche e formative.

Obiettivo primario è quello di offrire la possibilità a tutte le componenti coinvolte nel processo educativo del minore (operatore degli asili nido, insegnanti della scuola materna, elementare, media, superiore, centri socio-educativi, tecnici ed operatori del territorio, famiglia) di conoscere e acquisire strategie, metodologie, tecniche e materiali indispensabili per garantire un positivo inserimento e una consapevole integrazione del disabile visivo. Il servizio si differenzia in relazione alle caratteristiche dell’utenza: soggetti non vedenti e ipovedenti, soggetti con handicap aggiuntivi nella fascia d’età compresa fra 0 e 18 anni.

Durante l’anno scolastico si lavora con l’obiettivo di predisporre per ciascuna tipologia di alunni interventi mirati e specifici attraverso la stesura di un progetto educativo personalizzato. In questa ottica gli interventi di consulenza rivolti alle istituzioni educative e formative sono completati con interventi peculiari da svolgersi presso la scuola e presso i laboratori allestiti all’interno dell’Istituto. Lo staff operativo è costituito da tiflologi, pedagogisti specializzati nel settore della minorazione visiva.

 

 

A.S.Cu.S Lecce

Ascus Lecce

L’A.S.CU.S. di Lecce è nata nel marzo 1990 con lo scopo di sviluppare in maniera organizzata ed efficiente, lo sport per i non vedenti inseriti in un contesto territoriale.
A dire la verità, infatti, già dal 1985 un gruppo volenteroso e tenace di non vedenti, ha dato vita ad una squadra di calcetto nella quale l’armonia e lo spirito di gruppo costituivano quella forza tale da superare mille ostacoli e difficoltà.
La campagna di sensibilizzazione portata avanti da quel manipolo di atleti, ha dato i suoi frutti:
Le famiglie, le istituzioni e l’opinione pubblica, hanno potuto notare come l’handicap non fosse più parte a se stante della società, bisognosa di cure e assistenza, incapace di divertire e divertirsi; ma ormai divenuta componente viva e partecipe di un mondo diverso.

 

 

U.I.C. Lecce

UIC Lecce

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, nato nel 1920, con lo scopo di tutelare e promuovere i diritti e gli interessi dei ciechi e degli ipovedenti in ogni ambito della società civile. L’Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti progetta, organizza e gestisce ogni attività volta a rendere dignitosa e decorosa, la vita dell’individuo socio:
in particolare, cura il percorso scolastico e formativo, l’inserimento nel mondo del lavoro, il godimento del tempo libero e l’assistenza specifica in determinate esigenze quotidiane. L’attività dell’Unione, si estrinseca attraverso una fattiva collaborazione con la pubblica amministrazione, e soprattutto grazie all’azione di enti dedicati (emanazione della stessa Unione), che si occupano nello specifico, di un determinato settore. Un esempio:

La nostra sede è sita a Lecce in Piazzetta Dei Peruzzi, 1, ed occupa un’ala dell’antico e grande Palazzo Giaconia (XVI sec.), che, sin dal 1906 e grazie ad Anna Antonacci, divenne Istituto dei Ciechi. Nell’ambito della struttura, oltre alla nostra sede, che vanta, oltretutto, una moderna ed attrezzata aula informatica ed un attivo circolo ricreativo, sono presenti le seguenti istituzioni:

  • Centro Italiano Tiflotecnico;
  • Centro Nazionale del Libro Parlato – centro di produzione;
  • Centro di Consulenza Tiflodidattica – Biblioteca per Ciechi “Regina Margherita”- ONLUS
  • U.N.I.Vo.C. (Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi) – ONLUS Sez. Provinciale di Lecce;
  • I.Ri.Fo.R. (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) – ONLUS